f

mercoledì 27 maggio 2015

INTERVISTA AD ALAN WATT: LA GUERRA EUGENETICA CONTRO L'UMANITA' (VIDEO E TESTO)



Il mio nome è Alan Watt, e sono un autore e un ricercatore che si è occupato di geopolitica in effetti, e di storia. Ho studiato la maniera in cui il mondo è stato organizzato, le tecniche che sono state utilizzate per condurre ai diversi stadi, e i piani relativi al mondo in cui viviamo oggi, e la maniera in cui il nostro futuro viene pianificato. Ho svolto ricerche facendo affidamento su numerosissimi testi, ho una mia biblioteca, e apprezzo il fatto che le persone acquistino libri, libri veri e propri (nel vero senso della parola - hardbacked books), perchè rappresentano registrazioni permanenti del passato, e se si è in grado di comprendere il passato, sarà possibile comprendere il presente e il futuro. Sono stato inoltre impegnato nel mondo della musica, in cui sono stato coinvolto profondamente per molti anni. E ho visto la maniera in cui la creazione della cultura viene gestita dall'alto, e la maniera in cui le generazioni vengono attirate verso le diverse mode, le nuove idee. Mi sono impegnato a ricostruire le vicende di quello che oggi viene indicato come NWO per molti, molti anni, ed ho tentato di ottenere ulteriori informazioni dai libri scritti direttamente da questi grandi personaggi, dai tecnocrati stessi, da personaggi famosi come i Kissinger, i Brzezinski, e così via, gli Huxley, i 'Lord' Bertrand Russell, che hanno tutti lavorato per le medesime organizzazioni. E ci tengo a chiarirlo per bene, esiste un'unica grande Organizzazione, ma con numerose sub-categorie.

Alex Jones Intervista Alan Watt: La Guerra Eugenetica contro l'Umanità, con sottotitoli in italiano

 

Tradotto e pubblicato da METEMPSICOSI RELOADED

 

Traduzione di Heimskringla

Sottotitoli di Rodrigo Lamb e moksha75ar (Alessandra Ricci)

 

 

 Prima Parte

 

 

Seconda Parte



Terza Parte



Quarta Parte






Questi personaggi hanno scritto a proposito del mondo che loro vedevano progressivamente manifestarsi, ed in effetti è come se lo avessero scritto con le loro stesse mani, fondamentalmente, ci hanno spiegato in quale direzione intendevano spingere il mondo. E se cominci a studiare tali questioni a 14-15 anni, o anche quando sei più giovane, e a leggere i loro libri, e vivi abbastanza a lungo, ti renderai conto che il mondo si sta trasformando esattamente in ciò che loro avevano pianificato. Questa non può essere solo una coincidenza. E chi potrebbe mai scrivere e poi riuscire a far verificare effettivamente ciò che è stato scritto, a livello globale, a meno che non vi sia un'organizzazione, molto, molto potente, probabilmente l'unica organizzazione effettivamente esistente sul pianeta. Un'organizzazione in grado di finanziare ogni fronte, tutte le forze in apparente contrapposizione, e facendo ricorso alla 'sintesi' delle parti in lotta, che è letteralmente in grado di rendere il mondo che va manifestandosi esattamente come l'avevano pianificato. Il piano, nei secoli, e l'elemento più sorprendente è che quando si pensa alle Nazioni Unite - che sono a loro volta chiaramente fondate sul sistema Sovietico - tale struttura ha pianificato alcuni elementi della propria agenda elaborando piani di 50 anni, per alcuni elaborando piani di 100 anni, e per altri addirittura elaborando piani di 150 anni. In riferimento ai diversi elementi del piano stesso. I personaggi alla Russell, alla Huxley, e così via, alla Brzezinski, hanno inoltre fatto ricorso alla medesima terminologia nei loro piani di lungo termine. E bisogna inoltre comprendere come nessun elemento della cultura nasca per così dire 'dal basso'. Lo stesso Platone ne parlò, migliaia di anni fa. Egli parlò del fatto che, se davvero un movimento 'dal basso' si fosse manifestato come effettivamente proveniente dal popolo, a quel punto, i detentori del potere, la cosiddetta 'minoranza dominante', avrebbe rischiato di perdere il controllo. Di conseguenza, ogni mutamento nella cultura, anche la stessa moda e la musica, e questo veniva scritto oltre 2300 anni fa, doveva essere organizzato 'dall'alto', e promosso 'dall'alto', sempre che si fosse dimostrato adattabile allo schema controllo continuato da esercitare sul pubblico (sui popoli). E questo genere di scienza è stato insegnato nel corso delle ere storiche, e viene ancora insegnato oggi, a questi 'Grandi Giocatori', e questi ultimi lo hanno utilizzato appieno, nel XX secolo ed ora nel XXI secolo, ricorrendo all'utilizzo della televisione, della comunicazione di massa, della radio eccetera. Ognuno di questi strumenti doveva essere a noi concesso nel momento e nello stadio più opportuno tenendo conto del piano effettivo nel suo complesso. E dico a tutti coloro che si avvicinano a questo genere di studi, è preferibile far riferimento ai loro stessi libri, come ho detto, a quelli scritti da questi stessi 'Grandi Giocatori'. A loro è sempre piaciuto mettersi in mostra, Kissinger ha pubblicato numerosi libri, così come Brzezinski, questi due personaggi sono probabilmente due tra i più grandi maestri della geopolitica, tentando invece di stare lontani dai libri di carattere 'cospiratorio'. Questi ultimi vengono pubblicati con un proposito, si tratta senz'altro di libri affascinanti, ma contengono leggende che tendono a circolare di continuo evitando di fornire al pubblico il quadro generale, ovvero il fatto che ogni singola generazione ha avuto un proposito sino ai nostri giorni, mentre nell'odierna era post-industriale, questi personaggi hanno deciso, così come i loro veri 'capi', che noi siamo semplicemente superflui, e che non gli serviamo più. E abbiamo notato la manifestazione di grandi fondazioni, e di organizzazioni quali l'Optimum Population Trust, che hanno deciso di venire allo scoperto e di chiedere che i governi si impegnino drasticamente nella riduzione della popolazione, che siamo ormai 'useless eaters' (consumatori inutili), come lo stesso Bertrand Russell ci aveva definito. Le nostre idee, le nostre opinioni a proposito di ogni cosa, il nostro punto di vista sul mondo, anche quello riguardante il livello della popolazione, e la visione fasulla per cui saremmo sovrappopolati, è assolutamente proiettata su di noi dai 'mainstream' media (dominanti), che lavorano di concerto con i propri padroni, e noi cominciamo a ripetere pappagallescamente ciò che ascoltiamo, ripetendo quei medesimi concetti, e quello è un elemento assolutamente essenziale, la ripetizione, mediante slogan, e frasi ad effetto. E quando vi rendete conto che questo si verifica nel vostro gruppo a livello locale, o nel vostro stesso punto di vista, a quel punto potete rendervi conto che sta funzionando. Inoltre le telecamere possono far apparire vera qualunque cosa, potete notare come in ogni occasione utilizzino le stesse strade di Bombay per farci credere che il mondo sia incredibilmente sovrappopolato, e quella è l'impressione più evidente che resta nelle persone riguardo l'intero sub-continente indiano. Il sub-continente indiano è enorme, con migliaia e migliaia di miglia di foreste fondamentalmente disabitate. E lo stesso discorso vale per l'Africa. La Cina, che pare essere lo Stato modello del mondo del futuro, ad esempio, ha reso effettiva in maniera estrema la politica delle Nazioni Unite, con il suo impegno orientato alla riduzione della popolazione, e allo spostamento di enormi fette della popolazione dalle aree rurali verso le città, tutto questo risale ad alcuni anni fa, ed esattamente in questa fase loro sono alle prese con lo spostamento di 200 milioni di persone in direzione delle maggiori città, e di tutto questo si parla nei principali quotidiani. Le città appaiono sovrappopolate perchè si è operato per trasferire quante più persone possibili lì. E nel mondo occidentale, a partire dagli anni '50, di nuovo, a causa dell'enorme minaccia legata alla sovrappopolazione urbana, allo scopo di combattere l'urbanizzazione selvaggia, tutti paesi dell'Occidente hanno inoltre firmato accordi in base ai quali non sarebbe più stato permesso di costruire nuove abitazioni nelle periferie delle maggiori città. Tutti gli edifici esistenti dovevano essere utilizzati all'estremo, e comunque non rimpiazzati da edifici più elevati, indipendentemente dall'immigrazione e dal flusso continuo che oggi si manifesta dai paesi del Terzo Mondo. I paesi occidentali dovevano quindi apparire sovrappopolati, eppure, le stesse statistiche delle Nazioni Unite mostrano, così come lo mostrano i dati dei censimenti nazionali, che il numero degli europei, ad esempio - così come dei canadesi o degli americani che risiedano qui da circa 200 anni - è effettivamente in caduta libera. Quindi, il problema 'sovrappopolazione' è semplicemente un'immagine proiettata dai media, mentre un numero sempre maggiore di persone viene sistemato all'interno delle stesse città, e 'loro' sono impegnati a far giungere nuovi flussi di immigrati che integreranno le loro fila. Ma bisogna anche comprendere che il sistema scolastico, e le persone che frequentano le scuole sono state fuorviate. La storia è stata mal rappresentata, e personalmente sono stato molto, molto fortunato ad avere accesso a vecchie biblioteche, biblioteche antiche, biblioteche molto antiche, 'biblioteche del tempo'. Alcune di queste possiedono testi che risalgono al Settecento, scritti a quel tempo. Quando si paragona la storia che ci viene insegnata a scuola, alla storia per come veniva scritta a quel tempo, il panorama è completamente differente. In passato si aveva una comprensione profonda della maniera in cui la geopolitica fosse stata utilizzata in passato addirittura per popolare paesi come il Canada. Londra stessa non era in grado di assicurare il flusso di immigrati necessario per le nuove colonie, ciò che fecero, in riferimento all'Australia, fu creare un numero talmente elevato di leggi e regole, che era impossibile non infrangerle. E quindi lo stato di indigenza, per cui anche il fatto di rubare un tozzo di pane per sfamare te e la tua famiglia, avrebbe causato la tua deportazione in Australia, tua e di tutta la tua famiglia. E' questa la maniera in cui hanno popolato l'Australia. Il crimine, crearono leggi per perseguire il crimine. In Scozia, ci fu una ribellione, che probabilmente fu progettata a tavolino, e fondamentalmente credo che lo sia stata, e l'intera Scozia fu punita, con relativa deportazione di migliaia di scozzesi in direzione delle Americhe. Per favorire il popolamento delle Americhe. Questa è geopolitica all'opera. E' così che funziona. E interi popoli vengono effettivamente spostati dalle loro terre, perchè i 'Signori' delle 'elite' li desiderano altrove, affinchè si dimostrino più produttivi, a loro vantaggio, a vantaggio di loro stessi, dei 'Signori'. Quando si guarda alla strategia adottata per gli Stati Uniti e il Canada, di nuovo, notiamo strategie di lungo termine, pianificazione di lungo termine. Scoprirete che alle grandi 'corporation' dell'epoca, come la Hudson's Bay Company, la Fraser's Company, furono fornite autorizzazioni che gli permettevano di esercitare il dominio su quelle terre (per conto dei Monarchi), prima che il Canada divenisse il Canada e gli Stati Uniti divenissero gli Stati Uniti. In precedenza venivano semplicemente chiamate le 'Americhe'. Si trattava di 'compagnie' (corporation) private operative a livello internazionale che avevano un potere di vita e di morte su chiunque vivesse in quelle aree. La Regina di turno o il Re di turno erano rappresentati da un Consiglio in ogni paese (colonia), presieduto da un Generale o da un Governatore Generale, era così che veniva definito, esattamente come quello che abbiamo in Canada oggi, e che rappresenta la Regina. Avevano potere di vita e di morte su tutti i sudditi, un potere esercitato dal Governatore. La maniera in cui riuscirono a limitare le ribellioni in passato fu quella di fornire ai sudditi una nuova idea che definirono 'democrazia'. Loro sapevano, successivamente al Movimento Cartista (Cartismo) in Gran Bretagna, ad esempio, o anche altrove, in altri paesi, che i popoli fossero impegnati a fare richiesta di diritti per la prima volta. E quindi, nuovamente, ci fornirono dei 'campioni' che parlassero in nostra vece, per fuorviare i popoli che avevano cominciato a riflettere sulle proprie condizioni per la prima volta nella Storia, i popoli sembravano ora essere coinvolti nella creazione del proprio destino. Ma nulla poteva essere più lontano dalla verità. Perchè i pianificatori sapevano che, quando si conduceva un popolo all'interno di un paese, o di un continente, il fatto di creare una ricchezza effettiva per loro, e far sì che gli affari proseguissero senza problemi, adattare le terre ai raccolti, prosciugare le aree paludose, eccetera, tutte ricchezze che avrebbero potuto loro sottrarre in futuro, servendosi della legislazione, magari a 200 anni di distanza. Ed è esattamente quello che sta accadendo oggi. Programmazione geopolitica di lungo periodo, nuovamente. E se credete che io vi stia prendendo in giro a questo proposito, andate a verificare sui libri di storia scritti in quel periodo, sono ancora tutti lì, in alcune biblioteche, e approfondite inoltre le dottrine chiave della geopolitica. 

Esiste anche un video su YouTube di Brzezinski, che si vanta apertamente di come egli stesso abbia creato i Talebani in Afghanistan. 

Potrete vederlo mentre li sprona a combattere i sovietici in quella fase, alla fine degli anni '70. Ed in effetti gli dice inoltre: 'la vostra è una guerra santa (jihad)'. Questo personaggio, che naturalmente non credo in nient'altro che in sè stesso e nel gruppo dei suoi pari, sta incoraggiando un altro popolo ad organizzarsi ed a combattere una 'guerra santa', una 'jihad', utilizzando esattamente questi termini, contro i sovietici. Essendo perfettamente consapevole del fatto che fossero stati creati e spalleggiati dalla CIA, e che a distanza di 10 o 15 anni sarebbero divenuti un problema. E che successivamente avrebbero dovuto condurre una guerra contro quello stesso gruppo che loro avevano creato per sconfiggere i sovietici. Questo è ciò che sta accadendo oggi. Strategie di lungo termine. Ah, ma questa è la maniera in cui la storia è sempre stata gestita. Se fate riferimento ai libri che si occupano del British Home Office (Dipartimento degli Interni Britannico), si fa riferimento a questo, studiate in particolare la storia delle corti diplomatiche. Perchè in effetti i diplomatici erano spie. Anche quando si presentavano in un nuovo territorio, e creavano ambasciate, e raccoglievano informazioni di intelligence in vista di future invasioni, il loro lavoro era anche quello di cercare e di appropriarsi dei diritti legati allo sfruttamento dei minerali, dell'oro, dell'argento eccetera, in tutto il pianeta, di tutte le risorse naturali. E trovare la maniera, sviluppando strategie di lungo termine, o per corrompere i personaggi al potere in quel momento in quei paesi, o per dare infine il via a guerre contro questi ultimi e derubarli di quelle risorse, ricorrendo al mascheramento della cosiddetta 'occupazione'. Assistiamo ad eventi di questo genere anche ai nostri giorni, come ho detto, in cui elementi con queste caratteristiche sono tutti combinati. Questa è l'era post-industriale, noi siamo nella fase post-tecnica, in parte, in Occidente, dato che quel genere di produzione viene realizzata in altri paesi, quella tecnica appunto. Ed è lo stesso Brzezinski a parlare dell'era tecnocratica, in cui il futuro sarà di un'elite, che farà affidamento su una burocrazia ben addestrata ad un livello immediatamente inferiore, e su una elite scientifica che non avrà più bisogno della quantità di forza lavoro umana che era necessaria in passato. La forza lavoro umana in eccesso, e che non può essere impegnata, e che vive nell'indigenza, rappresenta ormai una minaccia nei confronti dell'elite costituita. Quindi loro stanno agendo ora secondo modalità tramite le quali si può agire solo contro la specie umana, non hanno bisogno di fare lo stesso con gli animali. Se si trattasse di animali sarebbe sufficiente dargli la caccia ed eliminarli. Noi siamo l'unica specie che deve essere convinta, per far sì che noi stessi, per il bene di tutti, si accetti di essere sterilizzati, e che in generale si operi per la riduzione della popolazione servendosi dell'aborto, da un lato, e dell'eutanasia dall'altro, mascherando tutto con la pretesa che sia per salvare il pianeta. E sfortunatamente ciò avviene tramite una massiccia campagna di propaganda, che è presente in tutti i media e in tutti i paesi nello stesso momento, con tutte le maggiori fondazioni a spalleggiarla utilizzando finanziamenti illimitati. Ricordiamo inoltre che le fondazioni sono controllate dagli stessi banchieri che operano a livello internazionale, quindi sono assolutamente in grado di procurarsi le risorse necessarie, e sfortunatamente, come ci stiamo rendendo conto, sta funzionando. Negli asili, oggi, guardate gli asili oggi, dappertutto, che sia in Europa o in America, vedrete il simbolo dell'Arcobaleno, in ogni singolo asilo, noterete tutti quei termini che ormai in tutto il mondo vengono utilizzati, 'il globo' o 'il globale', e noterete il messaggio 'verde' ovunque, ovunque, ed inoltre sentirete parlare del fatto che un 'Sacrificio' è necessario che sia fatto per salvare il mondo e il pianeta, e le future generazioni della nostra società: un 'Sacrificio'. Possiamo connettere agevolmente tutto questo alle istituzioni che sono state nel tempo create nell'ambito della 'Fabian Society', che faceva parte del Royal Institute of International Affairs (Chatham House). Quella è una delle organizzazioni fondamentali. Il Council on Foreign Relations agisce inoltre in rappresentanza della stessa struttura, così come avviene per il Royal Institute of International Affairs (Chatham House). Queste ultime sono quelle organizzazioni che la stessa Thatcher e il Professor Carroll Quigley hanno definito il 'governo parallelo'. Ci hanno già spiegato come sarà il futuro. Alcuni dei loro membri hanno già scritto libri che trattano della necessità di tagliare via enormi fette della popolazione mondiale, servendosi di qualunque mezzo possibile. E quindi possiamo notare ora come gli ultimi stadi del processo vengano posti in atto, convincendoci che in realtà il problema siamo noi. 

Il Club di Roma, che comunque appartiene allo stesso gruppo, negli anni '90, i due fondatori affermarono che già negli anni '70, nell'ambito del Club di Roma, a loro era stato assegnato il compito di rappresentare il principale 'think tank' a livello globale, in vista della creazione di questa società globale. Avevano il compito di individuare le modalità tramite le quali ridurre la popolazione, e quello di controllare i popoli affinchè si adeguassero a tale necessità, convincendo il pubblico ad accettare tale soluzione, e affermarono che sarebbero ricorsi a qualunque mezzo per raggiungere l'obiettivo. Esattamente come avevano operato nel passato, di nuovo, strategie geopolitiche. In condizioni di conflitto, il pubblico tende a rinunciare alle proprie libertà. Il pubblico è destinato ad essere diretto da governi, burocrazie, oltre che da polizia, militari, eccetera. In condizioni di conflitto, il pubblico tende a sacrificarsi e ad accettare di avere meno cibo a disposizione, si adegua ai razionamenti, accetta tutto questo per salvare sè stesso. Quindi, la loro necessità principale era quella di trovare una strategia da applicare a un 'conflitto', le motivazioni stesse di un 'conflitto', e ciò che elaborarono fu in effetti l'idea che l'uomo stesso fosse divenuto il principale nemico del pianeta. Loro hanno affermato che era possibile creare l'idea di un riscaldamento globale, la cui responsabilità sarebbe stata attribuita agli uomini, questione che 'avrebbe saldato il conto'. Queste sono le parole che hanno utilizzato: 'avrebbe saldato il conto'. Si tratta di strategie scritte negli anni '70, ed elaborate dai loro 'think tank' in quella fase. E pubblicate da tutti i personaggi coinvolti in un testo dal titolo 'La Prima Rivoluzione Globale' (The First Global Revolution), una lettura da non perdere. Quando restano particolarmente colpiti da un'idea proveniente da uno dei loro principali 'think tank', non muteranno mai quell'elemento dell'agenda. L'ho detto prima, non importa se siamo coperti dal ghiaccio e dalla neve, dappertutto, loro continuerebbero ad insistere sul riscaldamento globale. Quella è l'agenda. In questa fase, l'agenda è slittata lievemente in direzione del 'Cambiamento Climatico', che in effetti implica semplicemente modificazioni a livello di condizioni metereologiche, e sono ora coinvolti nel processo che mira a convincere il pubblico anche nei confronti della stessa estate, ad esempio. Ogni intervento viene realizzato tramite l'alterazione e la distorsione della percezione, la psicologia di massa è lo strumento a cui fanno ricorso in questo senso. E questi personaggi comprendono assolutamente la psicologia di massa del pubblico nel suo complesso. Questi personaggi non intendono semplicemente annunciare determinate intenzioni, o a rilasciare dichiarazioni a proposito di ciò che si augurano per il futuro, sperando che quest'ultimo gli venga regalato da Babbo Natale che scende dal caminetto, quando elaborano un'idea, poi la applicano. Ho seguito le Nazioni Unite, il Dipartimento di Statistica, mentre annunciavano ogni singolo anno che il numero di spermatozoi nei maschi in Occidente fosse in caduta libera sin dagli anni '50. Affermano che ad oggi si sia ridotto del 75-85% da allora. Ora, quando un evento di questo genere si verifica, in tutta Europa ed in America, per 50 anni, e loro improvvisamente cominciano a notarlo, dopo 50 anni, come se si fosse manifestato improvvisamente - e non mi pare affatto che una simile notizia abbia provocato una crisi. Non vi è alcuna reazione successivamente alla pubblicazione di simili statistiche, riferiscono semplicemente le statistiche nude e crude, e successivamente passano ad altre statistiche, relative a qualche altro ambito. Ciò significa che quello sia un elemento dell'agenda, altrimenti ci sarebbe stata una crisi, se non fosse stato un evento pianificato e parte integrante dell'agenda, credetemi, ci sarebbe stata una crisi, se non fossero stati loro stessi ad autorizzare una simile tendenza. E ora sono impegnati a riferirci che l'americano medio abbia meno del 20% degli spermatozoi che aveva un tempo, e soltanto il 50% di questi hanno motilità, quella non è certamente una coincidenza. Cosa è in effetti accaduto negli anni '50? Diamo il via a questo festival dell'orrore.

Negli anni '50, improvvisamente, decisero di sistemare tutti gli estrogeni femminili sintetici conosciuti all'interno delle provviste alimentari, le sistemarono nei cibi per bambini, la Procter & Gamble è stata la prima ad ammetterlo successivamente a un'inchiesta, 40 anni più tardi, ovvero che avessero fatto ricorso a particolari elementi chimici, a quanto pare per sterilizzare le bottigliette per bambini, che contenevano il bisfenolo A. Utilizzandolo per rivestire le bottigliette per bambini, e il bisfenolo A è appunto quella sostanza che attacca i bambini maschi in tenera età, e impedisce ai loro testicoli di svilupparsi normalmente. Si può andare anche oltre per avere qualche informazione in più, scoprendo che l'industria dei cosmetici, utilizzando insufflanti - l'insufflaggio è una tecnica tramite la quale determinate sostanze 'carrier' vengono inserite nelle creme stesse, e tali creme vengono assorbite dalla pelle portando con sè quindi ulteriori elementi chimici, erano una sorta di mezzo di trasporto, conducevano il carico direttamente nel flusso sanguigno della vittima. Sappiamo che per le donne il bisfenolo A sintetico sia decisamente tossico, oltre ad altre sostanze a cui hanno fatto ricorso, per cui nelle prime 8 o 12 settimane di gestazione di un figlio maschio, c'erano buone possibilità che quel maschio divenisse quasi completamente sterile, o, come ho accennato prima, che avesse spermatozoi caratterizzati da scarsa motilità. Tutto questo era ampiamente noto già 50 anni fa. Il bisfenolo A, ad esempio, fu scoperto negli anni '90 dell'Ottocento, e la sua tossicità per gli esseri umani, soprattutto maschi, era ben nota già allora. Ora lo ritroviamo in tutte le lattine di birra, di nuovo, l'obiettivo sono i maschi. Rivestono le lattine con tale sostanza. Sono numerosi gli episodi che lo hanno reso noto ormai. La CBC, in Canada, che è la rete televisiva di proprietà del governo, si tratta fondamentalmente della BBC del Canada. Hanno realizzato un documentario a puntate dal titolo 'Il Maschio in Estinzione' (The Disappearing Male). E viene approfondito ognuno di questi interventi in quello specifico documentario, con tanto di prove. Inoltre, e in questo caso ci riferiamo alle opere di Bertrand Russell e a quelle di Julian Huxley e di Aldous Huxley - che erano tra l'altro imparentati con i Darwin a proposito - scoprirete come loro stessi abbiano affrontato il tema della progressiva sterilizzazione della popolazione, negli anni '30, '40, e '50. Ma naturalmente - ed affermarono inoltre che avrebbero utilizzato il bisturi per creare popolazioni compiacenti, manipolabili. Era necessario instupidire progressivamente la popolazione ed inoltre ridurre il tasso di fertilità. Negli anni '50, in Europa e in America, cos'è che in effetti fece la sua apparizione, successivamente ad una massiccia promozione, cosa fece la sua apparizione? Fece la sua apparizione il vaccino anti-polio. Quello fu il primo ad essere utilizzato successivamente a una massiccia campagna 'terroristica'. Una imponente campagna 'terroristica'. La poliomielite era estremamente rara. Eppure se si torna indietro nel tempo a verificare il sentiero seguito, ai filmati in bianco e nero mostrati in tutto il mondo all'epoca, potrete notare come questi ultimi mostrassero costantemente lo stesso ragazzo in un polmone d'acciaio, e quell'immagine fu quella utilizzata per spaventare il mondo. Quanti erano i casi di poliomielite in effetti? Si trattava effettivamente di poliomielite? Noi sappiamo che le prime vaccinazioni per via endovenosa, la generazione che ad esse si sottopose, finì col beccarsi qualche centinaio di 'simian virus' (SV), di 'simian virus' vivi, in seguito alle vaccinazioni, ed in particolare lo 'simian 40' (SV 40) aveva un unico scopo in base a quanto affermato dallo stesso sviluppatore, allo scopritore del vaccino, ovvero provocare il cancro. E sono anche in possesso di una copia relativa alle discussioni avute da questo personaggio con il suo staff, in cui lo ammetteva, sapevano già tutto a quell'epoca. Ciò che all'epoca affermavano, era che i rischi fossero limitati, mentre i benefici sarebbero stati ottenuti col tempo. Quello era ciò che affermavano in relazione al rischio di utilizzo. A partire da allora, siamo stati addestrati ad accettare un numero sempre maggiore di vaccinazioni, per cui oggi i neonati devono sottoporsi ad oltre 30 vaccinazioni prima ancora che escano dagli ospedali. Quando andiamo a verificare i principali produttori di vaccini, come i laboratori della Baxter, di cui si è molto parlato di recente nei notiziari, dato che avevano aggiunto virus influenzali vivi ai virus dell'influenza aviaria, li avevano combinati, e si è scoperto che in un paese lo avevano testato sui furetti, e i furetti erano morti tutti. Loro avevano realizzato appunto ciò che dicevano di temere potesse avvenire in natura, nell'ambito della quale il virus influenzale poteva combinarsi con quello 'killer' dell'influenza aviaria, evento che lo avrebbe reso ancora più contagioso. Loro hanno in effetti affermato che sia avvenuto per errore, ma di nuovo, quando approfondiamo la questione dei laboratori della Baxter, scopriamo che i laboratori della Baxter fossero parte integrante del gruppo IG Farben nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Quest'ultimo gruppo fu responsabile della creazione di elementi chimici ed altro, che noi oggi conosciamo come 'gas', che furono tra l'altro utilizzati in esperimenti medici sui prigionieri, tutto ciò è nei loro archivi, quelli acquisiti dalla IG Farben. Un buon libro da leggere in questo senso è 'The Crime and Punishment of IG Farben'. Tutte queste cose sono documentate, si trattava di tutte quelle compagnie, di quelle 'corporation' dell'Occidente impegnate nella creazione del regime di Hitler, e che vengono menzionate nel libro, e i laboratori della Baxter, di cui si è molto parlato in riferimento alle vaccinazioni relative all'influenza aviaria sono ancora all'opera tuttora. Quindi, potremmo inoltre far riferimento ai laboratori della Connaught, che costituiscono un altro esempio. I laboratori della Connaught furono coinvolti durante la Seconda Guerra Mondiale nella creazione di batteri e di virus, di funghi, in grado di attaccare la farina e i cereali ed altro, in Germania. Il signor Banting che ha scoperto la penicillina, questo grande eroe, Banting, nel corso della Seconda Guerra Mondiale, la sua principale occupazione era quella di svolgere ricerche sulle possibilità di distruggere le scorte alimentari di un intero paese, e fu lui ad elaborare l'idea di creare un 'killer', che egli ribattezzò morbo della 'mucca pazza', un elemento in grado di far marcire il cervello del bestiame, del bestiame di allevamento e di quello da macello, che fu appunto elaborato nel corso della Seconda Guerra Mondiale. E io spesso mi chiedo se ci sia stato effettivamente un 'morbo della mucca pazza', e se possa essere appunto questa la sua origine. Ma come ho detto, questi laboratori, i laboratori della Connaught, nel tempo sono stati i responsabili, ad esempio, delle forniture di sangue per gli ospedali, e di prodotti ematici per emofiliaci, in generale per i prodotti ematici, in Canada. E c'era il signor Clinton in carica, che firmò un accordo con le prigioni degli Stati Uniti, in base al quale era previsto che i prigionieri ricevessero 1 dollaro o 2, per ogni pinta (66 cl) di sangue fornita, e questa roba veniva poi venduta al Canada, ed in pratica ogni emofiliaco in Canada, che abbia ricevuto quella fornitura di sangue, è stato colpito da epatite e da una serie ampia di altre malattie. Il governo ha svolto un'inchiesta durata 10 anni, studiando i casi di coloro che fossero morti e dei pochi sopravvissuti, prima che questi ultimi ricevessero un risarcimento. Sapevano sin dall'inizio che quel sangue fosse contaminato. E questi laboratori Connaught, parte integrante del complesso militare-industriale, del complesso militare-industriale utilizzato nel corso della Seconda Guerra Mondiale, avevano acquistato il sangue e lo avevano venduto e distribuito in tutto il Canada. Quando la CBC ha realizzato un documentario sui laboratori Connaught e sul loro ruolo nella vicenda, ci fu un personaggio colto in flagrante mentre procedeva all'acquisto delle partite in uno degli uffici della loro sede, che si girò e disse, rivolto alla telecamera, non appena gli posero una domanda in relazione a tutti i decessi avvenuti in Canada, e furono migliaia, egli affermò: 'è una questione di affari'. Quella fu la sua unica replica. Ho ripetuto per numerosi anni che le più grandi 'corporation' operative a livello internazionale sono effettivamente vere e proprie 'corporation', ma rappresentano allo stesso tempo 'gruppi schermo' di un Unico Sistema. Nel corso della Guerra Fredda, ad esempio, numerosi libri furono pubblicati a proposito di quella guerra, a proposito della maniera in cui fosse stata vinta e così via, e l'unica questione su cui tutti si dimostravano d'accordo era che coloro i quali avessero avuto a disposizione le tecnologie più avanzate, avrebbero vinto. Ora, se noi fossimo effettivamente in un sistema di libero mercato, non si potrebbe mai permettere che le invenzioni possano manifestarsi dal nulla, senza autorizzazione, soprattutto nell'ambito del settore delle comunicazioni, fornendole successivamente al pubblico in generale. Per cui la CIA, l'MI6, e le agenzie di intelligence degli altri paesi hanno creato 'società schermo' con il compito di guidare la carica ed esercitare un controllo sulla tecnologia. Non è possibile permettere che vi sia una concorrenza effettivamente libera, in ambito tecnologico, fornendo ai popoli tecnologia senza che quest'ultima sia autorizzata. Ogni cosa deve essere autorizzata da coloro che esercitano il controllo. Questo è un principio che vale per ogni ambito, come ho detto, dal punto di vista di coloro che controllano il sistema. E' possibile creare una cultura, manipolare una cultura, e si può fornire al pubblico ciò che i personaggi al potere desiderano che esso abbia a disposizione, così come impedire l'accesso a ciò che non desiderano che il pubblico abbia a disposizione, e tutto deve essere posto sotto controllo. Non è possibile agire in questo modo in un mercato che sia effettivamente di 'libera concorrenza', e di vera 'libera impresa', non è possibile realizzarlo. Per cui loro tendono a creare 'compagnie schermo', che sono effettivamente vere 'compagnie', che producono 'prodotti', ma devono essere autorizzate a produrre quelle cose, e i personaggi che esercitano il controllo da lassù, la CIA, l'MI6, li finanziano e gestiscono tutto. Abbiamo potuto notare tutto questo in riferimento alle banche che sono state create dalla CIA in passato. Grazie alle quali loro facevano affluire il denaro necessario per le principali guerre che stavano conducendo. La (banca) BCCI (Bank of Credit and Commerce International) fu una delle prime a collassare, e Bush padre ne era stato il direttore, in una certa fase, e subito dopo assunse la carica di Direttore della CIA. Queste ultime sono 'compagnie schermo', gigantesche banche, enormi 'corporation'. Una questione vitale che è necessario che le persone comprendano, è che ciò che sta avvenendo oggi non è semplicemente l'elite che compie il grande passo per impadronirsi di ogni cosa. 

Ogni generazione umana, per centinaia di anni, è stata pilotata lungo la strada dagli antenati di questa medesima elite, che hanno creato e gestito lo spettacolo per ogni singola generazione. L'elite in effetti si sta semplicemente impegnando a trasformare il proprio vecchio sistema in un nuovo sistema, un sistema 'aggiornato', che meglio soddisfi le proprie necessità. Questo è un concetto che è difficile da accettare per le persone, il pubblico è stato addestrato a credere che gli eventi siano figli delle circostanze del momento, che siano legati a vicende improvvise, a crisi che si manifestano dal nulla, e che determinati interventi siano in effetti quelli necessari, e che sia fondamentale risolvere in quella fase quel problema. Nulla può essere più lontano dalla verità. E quando le persone si rendono finalmente conto di questo, in generale assumono l'atteggiamento di chi ha improvvisamente ricevuto una bella ramanzina. Quando ci si rende conto che la democrazia stessa non è mai esistita, in primo luogo, si va incontro ad una fase di rabbia, ad una fase di depressione, e si è pronti ad accusare chiunque capiti a tiro, ma successivamente, sperabilmente, si riemergerà da una simile condizione, e si potrà divenire attivi, e cercare di imparare davvero ciò che sta in realtà accadendo, e ciò che in realtà è accaduto in passato. Inoltre col tempo si giunge alla conclusione che si tratta di una struttura, di un sistema, che è molto, molto antico. Si tratta in effetti dell'unico sistema veramente organizzato esistente sull'intero pianeta. Utilizza conoscenze che sono antiche nella gestione della popolazione. Ci fornisce un sistema cosiddetto 'monetario'. La moneta rappresenta uno strumento in cui noi dobbiamo avere fiducia per meglio servire 'loro'. Karl Marx si espresse bene in questo senso, e si trattava di uno dei loro uomini, fu il personaggio a cui fu affidato l'incarico di introdurre la 'dialettica', ed era decisamente nel giusto quando affermava che la moneta fosse uno strumento dell'elite. E' essenziale che le persone che smettono di effettuare scambi tramite il baratto, e che cercano di provvedere a sè stesse, comincino a fare ricorso alla moneta, come strumento di scambio che può successivamente essere tassato in capo al possessore, per cui le persone finiscono col trasformarsi gradualmente in schiavi. Perchè in base alla legge, e ai sistemi giuridici, per migliaia di anni, nessuno avrebbe potuto estrarre alcunchè da te, il denaro rappresentava il tuo cibo, la tua casa, tutto. Quando viene tassato in capo a te, loro stanno in effetti impegnandosi a creare una forma di schiavitù. Quindi è essenziale che i lavoratori abbiano fiducia nel denaro. L'elite possiede tutto il denaro che desidera, possiede tutte le risorse del mondo, non ha bisogno di denaro, ma ha invece bisogno del fatto che noi crediamo che quello sia l'unico strumento che sia possibile utilizzare. Oggi il concetto di potere d'acquisto, come amano chiamarlo ai vertici del sistema, è stato utilizzato al massimo livello possibile, per tassare in pratica qualunque cosa la gente possa riuscire a guadagnare. Possiamo riconnettere questo tema a Charles Galton Darwin, al suo libro 'The Next Million Years', anche perchè egli illustrò il prossimo millennio, o anche il prossimo milione di anni, per come desiderato dall'elite, e tutte le trasformazioni che si sarebbero verificate. Si trattava del nipote di Charles Darwin, il quale, nuovamente, era imparentato con gli Huxley, e con numerose altre famiglie. Ed egli affermò, 'siamo coinvolti in un processo grazie al quale - ed affermò questo negli anni '50, nel suo libro - siamo in un processo che condurrà alla creazione - diciamolo chiaramente, la schiavitù è sempre esistita in una forma o in un'altra. Esistono numerose strade per realizzare un sistema schiavista, potrebbe trattarsi di un gruppo di 'scagnozzi' che forzano una tribù, obbligano le persone a trasformarsi in loro schiavi, quella è una via che utilizza la forza bruta, per cui si è costretti a produrre per loro, eccetera. O si può operare in maniera tale che le persone conservino per sè semplicemente ciò che gli è indispensabile per sopravvivere, utilizzando tutto il resto a vantaggio dell'elite e del sistema che viene utilizzato per tenerle soggiogate. Loro hanno affermato: 'siamo in un processo che condurrà a una nuova forma di schiavitù'. In altre parole, i popoli saranno gradualmente introdotti all'interno del loro nuovo sistema, e quest'ultimo diverrà naturale per loro, non si renderanno mai conto di essere degli schiavi.

Possiamo porre in relazione questa tematica alle organizzazioni di cui gli Huxley e i Darwin furono parte integrante. Il Royal Institute of International Affairs (Chatham House), di cui esistono branche in ogni paese del mondo. Sono loro ad aver creato le Nazioni Unite. Loro hanno affermato, nei loro stessi scritti, dai tempi della loro stessa creazione fino ai nostri giorni, che il mondo che intendono creare, debba essere un mondo in cui tutti coloro che nascono, o tutti coloro ai quali sarà permesso di nascere, nasceranno per servire lo Stato. Che quella sarà la loro unica funzione. Che quello sarà il lavoro per tutti da adempiere, ed inoltre un bisogno. Ma è una forma di schiavitù più sofisticata e possiamo notarla mentre prende forma oggi. Queste famiglie hanno lavorato a tutto questo nell'ultimo secolo, e io credo anche da molto, molto tempo prima. Perchè mai i Rothschild si sono presentati sulla scena presentandosi come una famiglia rivoluzionaria? Perchè mai gli è stato permesso di controllare 5 paesi, utilizzando 5 figli, che hanno creato banche centrali, o hanno assunto il controllo di banche centrali già esistenti? E perchè mai ancora ai nostri giorni sono in prima linea nella politica mondiale? Perchè accade tutto questo? Perchè nessuna delle generazioni dei Rothschild ha mai preso un'altra direzione, o semplicemente perso interesse in quel settore? Abbiamo a che fare in questo caso con una specifica 'religione'. Una 'religione' e una 'causa', un proposito, è possibile rintracciare questo genere di fanatica devozione intergenerazionale nei confronti un'agenda soltanto nel caso in cui ci sia una sorta di 'religione' coinvolta. Esattamente quando tutte queste famiglie hanno fatto fronte comune con le banche? Scopriamo che quando la 'corte Rosa-Crociana' fu creata nell'ambito della corte di Elisabetta I, e quella è una storia ben nota oggi, John Dee, Francis Bacon, Francis Drake, tutti questi personaggi erano membri dei Rosa-Croce, ed inoltre operarono in Francia e in Germania nello stesso periodo. E di certo non annunciarono la loro presenza tramite annunci o manifesti lungo le strade di Parigi. Tuttavia i loro membri, come ho accennato, in Gran Bretagna, erano apertamente dalla parte di Elisabetta I. La loro idea era quella di appropriarsi dell'oro e del denaro tramite il saccheggio (pirateria), e fondamentalmente erano impegnate a depredare i galeoni spagnoli in questo senso, lo fecero per lungo tempo. Gli spagnoli stessi erano impegnati ad impossessarsi dell'oro del Sud America. Ma John Dee e Francis Bacon furono inoltre consiglieri di Re e Regine, e scrissero a proposito delle modalità utilizzabili per controllare e guidare, fuorviare ed ingannare costantemente le popolazioni, ricorrendo, se necessario, alle guerre, facendo credere ai popoli che fosse anche nel loro interesse combattere, ma al pubblico mai sarebbero state riferite le effettive ragioni di quelle guerre. John Dee coniò il termine 'Impero Britannico', non esisteva in precedenza con tale definizione, fu lui a creare tale denominazione e a scriverne. Si presentò dalla Regina con un'idea, e affermò: "sarebbe utile creare un sistema, nell'ambito del quale sia possibile invadere paesi, o sia possibile alla Gran Bretagna assumerne il controllo, al fine di creare un sistema mondiale che sarà fondato sul 'libero commercio' ". 'Libero Commercio'. Egli affermò: "ai paesi che adotteranno il sistema britannico verrà concesso uno status speciale, e alle nazioni più favorevoli ad un simile sistema, uno status speciale a livello commerciale". Si tratta del medesimo termine che viene oggi utilizzato in tutti i documenti che vengono scritti a proposito del cosiddetto 'libero commercio' in tutto il mondo. Potremmo percorrere a ritroso 500 anni e scoprire che fu utilizzato per la prima volta dai consiglieri di Elisabetta I. Per cui, sappiamo che sia stato elaborato un piano per il mondo, che resta in vigore, e sappiamo anche che Kipling, ad esempio, che lavorava per il Raja (Rajah) britannico in India, scrisse numerosi libri, e si trattava di un massone di livello assai elevato, e fu inviato negli Stati Uniti, dove si presentò per parlare di fronte al Senato degli Stati Uniti. E li definì 'nostri pari'. Ed affermò: 'Noi passiamo a voi la torcia (il testimone)'. L'America doveva essere utilizzata da un punto di vista finanziario con l'intenzione di condurre l'intero mondo alla guerra, fondamentalmente, per fare in modo che si impadronisse del mondo fino al momento in cui sarebbe stato ottenuto un sistema che fosse globale.

Negli anni '50 fu pubblicato un libro dal titolo 'The Next Million Years', che fu scritto da Charles Galton Darwin.
 Ora, i Galton stessi rappresentavano un'altra branca di un genere molto specifico, un ceppo impegnato a sostenere l'eugenetica, quegli elementi che hanno portato oggi all'applicazione dei test d'intelligenza che vengono utilizzati in tutto il mondo per i bambini delle scuole, per tentare di rendersi conto dell'intelletto di cui sono mediamente dotati i bambini, classificandoli per gradi, eccetera. E loro già da allora, erano impegnati a concludere matrimoni con i Darwin. Quindi, lo stesso Charles Galton Darwin era in effetti il nipote di Charles Darwin. Era un fisico, e lo ripeto, inoltre, ciò di cui stiamo parlando è, come lo stesso Huxley affermò - e Huxley stesso era stato il prodotto, il prodotto di incroci selezionati per ottenere appunto uno scienziato, e la stessa cosa avvenne nel caso di Charles Galton Darwin. Erano stati concepiti in base alla 'teoria della linea' di Platone, anche Platone aveva parlato di questo, e si erano progressivamente trasformati in una 'classe scientifica'. Charles Galton Darwin, Darwin, è stato uno dei fisici più affermati della Gran Bretagna, che lavorò sull'energia atomica, nel settore degli armamenti eccetera, ma era anche parte di altre delegazioni presso le Nazioni Unite, aveva grande potere, era assai noto, godeva anche di una grande esposizione mediatica, con riferimento ai propri punti di vista politici e sociologici espressi pubblicamente nei media. E scrisse un libro, negli anni '50, dal titolo 'The Next Million Years'. 'The Next Million Years' è un testo incredibile, perchè si tratta in effetti di un'incredibile rivelazione a proposito della maniera in cui l'elite avrebbe tentato letteralmente di dominare il mondo per un altro milione di anni. E la maniera in cui tutto sarebbe stato realizzato, non il fatto che potesse essere realizzato, ma il fatto che sarebbe stato realizzato. E tuttavia, l'appunto maggiore che egli muoveva tramite l'intero libro era legato al fatto che i media e il sistema dell'istruzione avrebbero dovuto lavorare così profondamente sul pubblico in generale, già a partire dall'età scolare in avanti, per fare in modo che il pubblico di buon grado accettasse, in qualche maniera, di farsi sterilizzare. Egli sostenne che altrimenti gli inferiori si sarebbero riprodotti in eccesso rispetto ai superiori. Quello costituiva il suo più grande timore. Ora, è evidente che egli parlasse per conto dell'establishment a cui apparteneva, del proprio gruppo di riferimento. Quindi, erano impegnatissimi in ambito eugenetico, e ci si rende poi conto che gli Stati Uniti si trasformarono in un grande laboratorio in cui condurre esperimenti di eugenetica, le persone spesso non si rendono conto di questo. Perchè quando numerosi dei discendenti degli Albigesi, dei discendenti dei Catari, e dei discendenti dei Bogomili giunsero negli Stati Uniti con la denominazione di 'Cristiani', cominciarono a dare il via ai loro esperimenti eugenetici, i Mormoni ne rappresentavano uno tra i numerosi. Nell'ambito di tali esperimenti, le coppie venivano combinate in base a specifici criteri, mentre il più grande esperimento che mai abbia avuto luogo nella storia fu l'esperimento di Oneida, nella 'Comune' di Oneida, nello Stato New York, nell'ambito del quale, al personaggio responsabile dell'esperimento, fu data mano libera nella gestione degli accoppiamenti di uomini e donne, non allo scopo di vivere per sempre insieme, ma semplicemente per copulare ed assicurare uno specifico tipo di discendenza. Charles Darwin stesso fu coinvolto nell'esperimento. I rapporti relativi ai progressi dell'esperimento Oneida venivano diffusa all'esterno giungendo agli Huxley, lo stesso H. G. Wells si presentò nelle fasi finali a verificare i progressi dell'esperimento. Questo fu il primo esperimento eugenetico in assoluto ad avere luogo, sotto la protezione, e il mascheramento e la protezione dei diritti garantita alla pratica della religione cristiana. Questa è la maniera in cui riuscirono a giustificarli. E il personaggio, Noyes, che era impegnato a gestirli, era un massone di livello elevato. Suo cugino era quell'Hayes che divenne, in quella fase, Presidente degli Stati Uniti. Quindi, erano numerosi i grandi personaggi che appoggiavano tale esperimento, e l'eugenetica in generale, nell'ultima fase dell'Ottocento e all'inizio del Novecento. Cosa speravano di ottenere, e qual'era la considerazione relativa a tali tematiche nell'ambito del Council on Foreign Relations e il Royal Institute of International Affairs (Chatham House), o le opere, se vogliamo, degli Huxley, o anche dei Darwin? Allora, loro credono, e lo credono sin dai tempi di Darwin, che i personaggi dotati delle giuste qualità, per eccellere nella vita, per acquisire ricchezze, dotati di qualità intellettive, e delle qualità per riuscire a mantenere il controllo su tutto il sistema a livello intergenerazionale, fossero già nati, per cui, tutti quelli nati in tempi successivi, tutti coloro i quali erano nati successivamente a Darwin, costituissero puri casi, combinazioni favorevoli, per cui tutte le famiglie dell'elite erano in effetti già state stabilite, non ci sarebbero più state famiglie da introdurre nell'ambito dell'elite, tutti gli altri dovevano sposare semplici 'comuni', non avrebbero potuto avere la possibilità di prendere moglie e marito dai loro ranghi. Non sarebbero stati fatti accoppiare per ragioni eugenetiche, sarebbero stati definiti 'uomini comuni' (commoners). Possiamo notare come di tutto questo si parli apertamente oggi, grazie al nuovo termine con cui indicano l'eugenetica, ovvero 'bioetica'. E i bioeticisti affermano che queste persone, le persone 'comuni', sono in possesso di 'geni spazzatura'. Questa è un'altra offesa gratuita nei confronti del pubblico, in effetti, a sottolineare il fatto che noialtri avremmo tutti questi geni (spazzatura), in relazione del fatto che nessuno di noi sarebbe stato fatto accoppiare per produrre una specifica qualità di geni, utile per scopi specifici. Quando si va ad analizzare la linea di sangue di Darwin, e della famiglia Darwin, e quella di numerose famiglie del suo tempo, si scopre che tutte fossero già impegnate ad incrociarsi con altre famiglie specificatamente individuate per generazioni.

E gli stessi Darwin, per le 5 generazioni di cui abbiamo notizia, tramite le registrazioni, le registrazioni relative alle nascite e le registrazioni relative ai matrimoni, hanno sempre sposato membri della famiglia Wedgwood, i proprietari del grande conglomerato della ceramica. E quando la prima moglie di Charles Darwin morì, egli fini con lo sposare la sorella di sua madre, che era una Wedgwood, in ogni caso. Il problema relativo a tali accoppiamenti tra parenti così stretti - e come ho accennato, gli Huxley erano comunque discendenti di Darwin, si trovano numerosi contatti anche lì, e con le loro mogli. Quante tra queste famiglie, di queste ricche famiglie dell'elite, erano in effetti impegnate in accoppiamenti tra parenti tanto stretti? Non riusciremo mai a saperlo con certezza, ma magari un giorno potrebbero rendere pubblica ogni cosa. Ma so che Ian Taylor ha pubblicato un eccellente libro su Darwin, dal titolo 'Darwin e il Nuovo Ordine Mondiale', che quantomeno documenta i rapporti tra la linea di sangue della famiglia Darwin e quella della famiglia Wedgwood.

E come ho accennato, l'elemento negativo associato ad accoppiamenti tra parenti tanto stretti, è il fatto che se effettivamente c'è un gene dominante problematico in quei casi, legato a disfunzioni o a malattie, anch'esso viene trasmesso alle generazioni successive. E io credo inoltre che, tramite tali ricerche sulla genetica, questi personaggi sperassero di superare una serie di problemi che si manifestavano in accoppiamenti tra parenti tanto stretti in riferimento a loro stessi, ma in ogni caso le ricerche genetiche non sarebbero mai state utilizzate a beneficio del resto dell'umanità. Anche se sono i soldi delle nostre stesse tasse che le stanno finanziando, e che hanno finanziato queste loro ricerche da molto, molto tempo. - Tutti i genetisti sono per definizioni adepti dell'eugenetica, perchè cominciano sin dai primi corsi ad avere a che fare con l'eugenetica. Tipi superiori e tipi inferiori, per cui sin dall'inizio della loro istruzione universitaria, diventano dei veri e propri 'fedeli' dell'eugenetica, tanto per cominciare. Ci è stato raccontato che la doppia elica, i geni stessi, e tutto il resto, non furono scoperti fino a quando non si presentò sulla scena Watson, intorno agli anni '70 circa. Eppure loro avevano sempre ritenuto che potessero esistere i cosiddetti geni, quest'ultimo è stato un insegnamento standard di tutta l'istruzione in campo medico per molti, molti anni, ma non erano ancora stati trovati, semplicemente ne deducevano l'esistenza, veniva affermato che esistessero. Tuttavia, quando si vanno ad analizzare gli scritti dei grandi matematici, la Royal Society era stata in grado di produrre un Carl Rutherford. Si tratta del personaggio che fu inviato a studiare le equazioni alla base della costruzione delle piramidi, oltre ad altro, per conto della Royal Society. E nelle sue stesse memorie, egli afferma che, nei primi anni '20, egli fosse stato impegnato in ricerche scientifiche, in qualità di matematico, e che avesse lavorato sui geni. Perchè mai ci sarebbe stata la necessità di un matematico impegnato a lavorare sui geni quando in effetti non erano ancora stati scoperti? Non si era ancora in grado di vederli, a meno che non fossero già in grado di vederli. E io credo che loro fossero già al lavoro su questo genere di cose, già allora, io credo che loro sapessero che i geni esistessero in effetti, e che fossero decisamente impegnati a lavorarci, perchè, come ho detto, l'agenda, l'agenda stessa, a partire dai tempi di Darwin in avanti, era appunto quella orientata a creare un tipo superiore di essere umano. Avevano anche ipotizzato di poter creare un tipo superiore di 'lavoratore' da utilizzare per i propri scopi, per servire la classe superiore. Soggetti che potessero beneficiare di ottime condizioni di salute, abbastanza intelligenti da poter svolgere i necessari compiti ma non troppo intelligenti da opporsi alla minoranza dominante. Era su elementi di questo genere che la loro utopia, o, volendo, la loro idea utopistica era essenzialmente fondata. Alcuni di loro si sono dimostrati talmente arroganti, come Julian Huxley, che fu il primo direttore dell'UNESCO, da affermare che la principale funzione dell'UNESCO - a proposito, si tratta dell'organizzazione delle Nazioni Unite impegnata in ambito educativo a livello mondiale - era quella di creare un sistema standardizzato di istruzione in tutto il mondo, tramite il quale i bambini avrebbero potuto essere manipolati fino al punto da creare un unico sistema di credenze, un unico modello di pensiero e un'unica mentalità di fondo. Un processo di progressiva standardizzazione in pratica, una sorta di 'caverna di Platone' all'interno della quale tutti sarebbero cresciuti, senza conoscere assolutamente nulla di ciò che si trovasse all'esterno della caverna. Fu piuttosto chiaro in questo senso, sarebbe stato utilizzato con propositi di ingegneria sociale. Non per propositi educativi in quanto tali. 

Ora, l'eugenetica risale indietro nel tempo, come ho detto, sino a tempi molto antichi, tutti i re e le regine venivano fatti sposare per i tratti a quanto pare ereditari di 'leader', se non addirittura di vere e proprie 'divinità', grazie all'attività della casta 'sacerdotale-clericale', che teneva registrazioni relative ai differenti tratti manifestati, dei tratti della personalità di carattere fisico e mentale relativi a tali unioni. L'unico elemento che pareva assente era quello relativo a una classe di 'gestori della moneta' che ricorresse alle medesime tecniche. Troviamo infine il manifestarsi di tale elemento con la famiglia Rothschild. Per cui avevamo monarchie a gestire il mondo, a gestire imperi come lo stesso Impero Britannico, tutto ciò di cui vi era necessità era un'elite di 'gestori della moneta' funzionale al sistema stesso. E possiamo renderci conto immediatamente di come gli stessi Rothschild operino in base ai medesimi principi utilizzati dalle monarchie. Tendono a sposarsi gli uni con gli altri per mantenere lo stesso genere di intelletto, le stesse abilità, eccetera, perduranti ed effettive. Nel caso dei Rothschild, scopriamo che siano soliti sposare le nipoti, le loro nipoti più prossime. Generazione dopo generazione. Abbiamo Benjamin Franklin, personaggio davvero interessante, che promosse egli stesso un simile processo - di nuovo, un massone di elevato livello - e tutto quello che sto per dirvi è contenuto in documenti consultabili presso il Franklin Institute. Entrò a far parte della Gran Loggia Britannica, così come divenne membro di altre logge, divenne nel tempo anche Gran Maestro della 'Loggia delle 9 Sorelle' in Francia. Fu egli stesso ad iniziare Voltaire all'interno di quest'ultima quale nuovo membro, oltre a numerosi altri. Ma era anche un membro dell'Hellfire Club in Inghilterra. Benjamin Franklin parlò a lungo dei 'carrier' (genetici), che lui definiva 'bambole' (dollies), si trattava di donne che erano state selezionate in base ai propri geni, che erano esse stesse il frutto di accoppiamenti selettivi di carattere 'speciale'. L'Hellfire Club, come numerose istituzioni massoniche, istituzioni massoniche di livello elevato di quel tempo, avevano quelli che venivano tranquillamente definiti, che venivano tranquillamente definiti, e in maniera errata in un certo senso, 'bordelli', nelle immediate vicinanze. Tuttavia quella rappresentava anche una sorta di copertura, poichè quei particolari 'carrier' o 'bambole' (dollies) - 'bambole' era il termine che lo stesso Franklin coniò, e viene ancora utilizzato ai nostri giorni, la 'bambola' è un 'carrier', una sorta di oggetto su cui sistemare qualcosa, un 'bagaglio' (carico), o altro. Fondamentalmente egli affermò che coloro i quali siano adatti per frequentare e accoppiarsi con questo genere particolare di donne - che sono di origini nobiliari, buona parte di loro - avrebbero avuto il privilegio di poter vedere la propria discendenza, di sapere che la propria discendenza, che a quella discendenza sarebbe stata garantita una vita pubblica dalle grandi prospettive, in ambito scientifico, o addirittura un ruolo di leader nel mondo. Madame Bouvier era uno dei soggetti di cui inizialmente (Franklin) parlò nell'ambito dell'Hellfire Club, ne parlava come di una potente 'strega', a Londra, e i discendenti di Madame Bouvier sono ancora in vita, ve ne sono due in Francia ancora oggi, mentre un'altra era la stessa Jackie Kennedy (moglie di JFK e di A. Onassis). Se guardiamo alla maniera in cui la politica viene gestita, e se si comincia a fare riferimento agli scritti di personaggi quali Lenin, ad esempio, lo stesso Lenin affermò che 'esistono migliaia di diverse direzioni e di sistemi che i popoli potrebbero scegliere e in base ai quali vivere, ma non è previsto che il pubblico in generale sappia mai di questo'. Egli affermò: 'è essenziale che il sistema che per loro viene creato, sia accettato dai popoli stessi fino al punto da fargli credere che quello sia in assoluto l'unico sistema che possa effettivamente funzionare'. Ed è la verità, noi operiamo in un sistema che si basa sulla destra e sulla sinistra, in teoria i più poveri contro i più ricchi, o coloro che controllano i mezzi di produzione contro coloro che non li controllano, ovvero i lavoratori. Si tratta della tradizionale contrapposizione Laburisti contro Conservatori (Labour/Tory), o magari Repubblicani (Conservatori) contro Democratici. 

Questa è la maniera in cui l'intero sistema viene gestito, ed è appunto tale sistema che impacchetta il pubblico all'interno di un sistema di pensiero che preveda l'uno, l'altro, o magari una via di mezzo tra i due, che viene utilizzata come 'leva'. Non hanno mai permesso al pubblico in generale di sapere che, nell'ambito delle diverse società del passato, si sia vissuti all'interno di diversi tipi di sistemi, e - come lo stesso Lenin ha affermato: 'è importante che il popolo non sappia mai che il sistema nell'ambito del quale vive, sia stato creato appunto per loro, devono credere che non possa esisterne uno differente, devono credere che sia in realtà il sistema che miglior prova ha dato di sè, evolvendosi, nel proprio tempo'. Ci sono diversi elementi che puoi riuscire a contenere servendoti di un sistema fondato su due partiti: puoi votare per un partito quando ti stanchi dell'altro, non perchè magari desidereresti un ulteriore partito, ma perchè sei semplicemente stanco dell'ultimo, e di come può aver agito nei tuoi confronti. E una volta che ti si palesino come corrotti, e magari impegnati a percorrere contrade e strade di cui mai avevano fatto cenno in periodo elettorale - questioni che nulla avevano a che vedere con le promesse elettorali - gli neghi il tuo voto a favore dell'altro partito. Quindi, si va avanti all'infinito sulla base di questo paradigma destra-sinistra, potremmo paragonarlo ad una partita di tennis, in effetti, con il pubblico come oggtto del contendere, in cui noi rappresentiamo la palla, che loro si scambiano, quella che va avanti e indietro, sinistra-destra, destra-sinistra, sinistra-destra, destra-sinistra, mentre noi veniamo condotti al pascolo comunque in un'unica direzione, perchè la politica stessa rappresenta uno strumento nelle mani dell'elite per gestire il pubblico, è esattamente questo che la democrazia è in effetti. Si tratta di uno strumento che l'elite utilizza per incapsulare le potenziali richieste del pubblico, e quindi gestirlo e guidarlo lungo sentieri predeterminati, ciò accade al di là delle possibili forme che una democrazia può assumere. Ma se facciamo l'esempio di Bush (junior), ciò che ci si attendeva da lui era che restasse in attesa, io ritengo che sia andata appunto così, doveva restare in attesa che l'11 Settembre si verificasse nel 2001. Quell'evento, nel 2001, si è verificato, ed ogni singolo paese automaticamente è salito a bordo, seguendo la medesima agenda nello stesso momento, un elemento che denota pianificazione anticipata. Le burocrazie, e i diversi governi, non agiscono tanto rapidamente, sono necessari anni per raggiungere quel livello di cooperazione, quel genere specifico di sincronicità, lavorando insieme, nello stesso momento (sincronicamente). Il compito di Bush era favorire l'avvento di un sistema totalitario sotto il mascheramento della protezione da garantire al pubblico, in maniera tale che fosse possibile perdere i propri diritti, e operando nell'ottica della costituzione di un apparato di agenzie utile a perseguire tale scopo: le forze militari, le forze paramilitari, oggi, l'intervento deciso realizzato per favorire la creazione di istituzioni che impongano leggi sempre più restrittive. Successivamente si è presentato sulla scena Obama, che si è posto alla guida delle istituzioni appena costituite con il compito di guidare queste ultime attraverso la depressione economica, con il compito di utilizzare tali forze contro il pubblico quando i tempi saranno maturi, è così che funziona questo sistema. Esiste una continuità assoluta, per quanto mi riguarda, e non si tratta affatto di regimi separati, gli stessi personaggi che hanno garantito la carica a Bush, ovvero i banchieri e il resto della combriccola, hanno successivamente garantito ad Obama la carica, e Obama gli ha prontamente provato la propria lealtà, letteralmente permettendogli di saccheggiare il pubblico derubandolo di tutti i propri fondi, e li ha ricompensati con il denaro dei contribuenti permettendo a questi stessi banchieri di 'salvarsi'. E' semplicemente uno dei loro uomini, tuttavia ha ora a disposizione la struttura messa su da Bush, orientata a sopprimere sul nascere le future manifestazioni di protesta che loro ritengono si manifesteranno, mentre sono impegnati a gestire il pubblico in vista del sistema 'nuovo di zecca' che non definiscono più 'Governo', ma 'Governance'. 'Governance Internazionale'. Se ascoltate i discorsi di Obama prima che fosse eletto, e io ho analizzato attentamente ciò che da lui è stato affermato, ha in effetti parlato di pochissime questioni concrete, si trattava fondamentalmente di discorsi caratterizzati dall'emotività, privi di contenuto sostanziale, non ha mai affermato ciò che avrebbe davvero fatto, o se addirittura avesse intenzione di realizzare interventi sostanziali. Sembrava la presentazione di un film che non è stato ancora realizzato. Discorsi emotivi ispirati alla 'speranza', ma senza specificare in quale maniera quella' speranza' sarebbe potuta divenire realtà. Si tratta del termine che è stato utilizzato costantemente in ambito accademico negli ultimi decenni, negli istituti che si occupano dell'istruzione più elevata, nelle università, egli ha parlato del secolo del 'cambiamento', quindi ha utilizzato quegli slogan che sono stati scritti per lui, 'il cambiamento è bene', e qualunque idiota avrebbe posto la più semplice delle domande: 'aspetta un attimo, ma di quale cambiamento stai parlando?'. 

Come puoi essere a favore di un cambiamento (riforma), quando non sai in cosa consisterà quel cambiamento (riforma)? Potrebbe essere a tuo sfavore. Tuttavia, abbiamo le persone, come lo stesso George Orwell affermò, che scelgono di recitare la parte delle pecore: '4 zampe è bene, 2 gambe è male, quindi il cambiamento (le riforme) è un bene'. E alle persone è stato raccontato che questi continui cambiamenti (riforme) siano un bene, ma quali sono in effetti i cambiamenti di cui stiamo parlando? La perdita progressiva della sovranità nazionale, la fusione progressiva all'interno di istituzioni internazionali, un sistema orientato al governo del mondo, un sistema nell'ambito del quale l'America non sarà semplicemente in bancarotta, ed inoltre la nazione più indebitata sul pianeta, per il fatto di aver ricevuto in prestito denaro da altri paesi, e impegnata ad agire come 'polizia del mondo', presentandosi come le 'forze di polizia del mondo', e ora Obama vuole condurre la carica a proposito della 'sostenibilità', della 'carbon tax', tanto da rendere l'America stessa un esempio da seguire per il resto del mondo. Sta chiedendo a tutti di sacrificare tutto ciò che hanno, questo è ciò che intende quando afferma che 'il cambiamento è un bene', non si tratta di un piano da lui elaborato, egli è un membro del Council on Foreign Relations, e, lo ripeto, quell'istituto ha avuto origine dal Milner Group, dalla Cecil Rhodes Society, dal Royal Institute of International Affairs (Chatham House) che hanno pianificato il governo mondiale utilizzando la Gran Bretagna come il modello di riferimento alla base dell'Impero Britannico, che ora si è trasformato nell'Impero Americano, in un certo senso, mentre il cambiamento di cui egli parla è rappresentato da un nuovo mondo fondato sulla servitù, in cui ognuno sarà tenuto a servire lo Stato Mondiale. Ed inoltre bisognerà anche pagare tutti i nostri debiti lungo la strada, cosa impossibile per quanto mi riguarda. Non si riuscirà mai ripagare il debito contratto dall'America a partire dalla Seconda Guerra Mondiale, è impossibile da ripagare. Quindi, i cambiamenti di cui si affanna a parlare, rappresenterebbero una sorta di 'New Deal'. Quando vi capita di sentir parlare di 'New Deal' da parte di qualunque Presidente, e ne abbiamo sentito parlare da Franklin D. Roosevelt, ne abbiamo sentito parlare da Bush, dall'ultimo Bush in carica, lui pare fosse alle prese con un 'New Deal'. Se ne sente parlare di continuo da questa amministrazione. Quella è una ammissione giuridica, un'ammissione giuridica proveniente dal leader del vostro paese riferita alla creazione di un nuovo sistema. Un 'New Deal' è letteralmente un nuovo sistema. Il primo sistema in assoluto fu la Costituzione, il sistema fu aggiornato ai tempi di Franklin D. Roosevelt, con il governo che diveniva costantemente più grande e centralizzato, ed ora pare che sia alle porte un altro 'New Deal', mascherato dal principio che 'il cambiamento sia un bene in sè'. Chi ha pianificato questo cambiamento? Non sono certo i popoli che hanno progettato questo cambiamento, quindi i popoli non saranno affatto coloro che beneficeranno. Si tratta dell'universo della 'sostenibilità', quello del signor Rockefeller, del piano orientato alla riduzione della popolazione mondiale. Coloro i quali sono proiettati verso il futuro sono coloro i quali vengono considerati necessari per il consolidamento di quel futuro, ci sono poi quelli che sono semplicemente obsoleti, i 'consumatori superflui (inutili)' (useless eaters), che dovranno semplicemente morire e passare a miglior vita. E' tanto semplice quanto ve lo sto descrivendo. La generazione che vive oggi, tutti coloro che vivono oggi, noi siamo la generazione che assisterà ai più grandi cambiamenti nella storia - in base a quanto dichiarato dal signor Rockefeller stesso - dai tempi della Rivoluzione Industriale. Si tratta della fine di uno specifico periodo, di una fase che è parte integrante di un piano di lungo termine. E da quest'ultima sta 'emergendo' un Nuovo Ordine Mondiale, il signor Brown lo ha detto, il Primo Ministro della Gran Bretagna, ha affermato, al recente meeting del G20, ha parlato del Nuovo Ordine Mondiale, un ordine diverso dal precedente, quello all'interno del quale le persone, in teoria, in teoria, stavano lavorando per sè stesse, e in cui avevano la possibilità di scegliere il proprio impiego e così via. Il Nuovo Ordine Mondiale è un sistema pianificato, un'economia pianificata, una popolazione pianificata. Quindi sta a noi, non può riguardare la prossima generazione cercare di cambiare tutto questo, siamo solo noi a poterci curare di questo cambiamento, e si tratta in fondo di scegliere se dirigerci verso un futuro incerto, ovvero l'immagine di ciò che vita in generale dovrebbe essere, nell'ambito della quale siamo noi stessi a decidere dove desideriamo andare a livello individuale e collettivo, o acconsentire a divenire delle creature instupidite simili ad animali, che vengono guidate da coloro i quali hanno deciso di essere i padroni del nostro destino, concedendogli di essere gradualmente sterilizzati, eliminati, o utilizzati per la parte finale della loro agenda, le loro guerre, e poi spazzati via. Numerose persone amerebbero il socialismo, adorerebbero essere guidate, ed apprezzerebbero grandemente il fatto che siano i loro 'padroni' a gestire il mondo al loro posto, è una questione che riguarda coloro i quali amano la 'freedom', la 'freedom' a livello personale, che di certo comprende anche l'incertezza in relazione alla direzione che individualmente intendiamo prendere. 


Traduzione testuale gentilemente offerta da: Alessandra Ricci (moksha75ar): METEMPSICOSI RELOADED





Nessun commento:

Posta un commento